I quasi-infortuni

I quasi-infortuni

  • Data:
  • News

 

Si definisce Near miss o quasi infortunio qualsiasi evento, correlato al lavoro, che avrebbe potuto causare un infortunio o danno alla salute (malattia) o morte ma, solo per puro caso, non lo ha prodotto: un evento quindi che racchiude in sé la potenzialità di produrre un infortunio anche grave.

Fanno parte di questa categoria anche quegli infortuni che restano fuori dall'obbligo legislativo di registrazione, vale a dire quegli eventi infortunistici lievi che non portano a giorni di assenza da lavoro, oltre quello in cui si è verificato l'evento.

  • Il verificarsi di un evento dannoso significativo è sempre associato al verificarsi di numerose anomalie che producono danni solo lievi o nulli: gli studi dimostrano che su 1000 incidenti, 3 sono infortuni con conseguenze rilevanti, 88 con effetti minori e i restanti sono cosiddetti quasi infortuni o near misses o ancora "near loss" ossia episodi che, pur avendone il potenziale, non hanno prodotto effetti dannosi. 
  • Una precisa conoscenza e un’adeguata gestione dell’ambiente lavorativo mettono a riparo i lavoratori non solo dagli infortuni ma anche da questa tipologia di eventi, spesso originati da un cattivo sistema di gestione della sicurezza.
  • Per favorire la segnalazione dei near miss è necessario che il management aziendale si assicuri una procedura per il rilevamento, l’analisi, la valutazione e il loro trattamento, finalizzate ad una definizione più precisa delle attività, degli strumenti e delle responsabilità di ogni lavoratore.

 

Fonti: http://www.asl.vt.it/Staff/SPP/Documentazione/infortuni/2012/definizione_NEAR_MISS.pdf

https://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-C-1/tipologie-di-contenuto-C-6/quesiti-sulla-sicurezza-C-109/l-importanza-dei-near-miss-gli-ostacoli-alla-segnalazione-AR-15361/