Investire sulle Persone

Investire sulle Persone

  • Data:
  • News

Ciò che contribuisce a definire il termine “risorse umane” deve iniziare a delinearsi in modo differente. Nei prossimi anni, così come è successo nelle grandi rivoluzioni industriali, i lavoratori saranno messi a confronto con macchine superefficientie instancabili. Effettivamente una macchina non si ammala, non si stressa, non ha famiglia, non può lamentarsi di uno stipendio che non ha, non ha bisogno di riposo ed è difficile che possa andare in maternità. 

 

Chi si occupa di risorse umane non può far finta che questo non esista. 

Ogni qualvolta un lavoratore, o potenziale tale, di qualsiasi ruolo e occupazione, viene valutato da qualcuno che ritiene autorevole, considera il risultato della propria valutazione come una sorta di verità assoluta. Chi viene valutato generalmente è all’oscuro di quelli che sono gli strumenti valutativi e non sa come sono stati utilizzati. 

 

·     È importante considerare la responsabilità di chi utilizza questi strumenti: quando si parla di valutazione bisogna essere in grado di trovare lo strumento adatto al tipo di ricerca, sia che essa sia libera o commissionata, adatto al contesto e al tempo. 

·     È importante favorire lo sviluppo di un nuovo approccio che abbia come obiettivo lo spostare le esigenze del mondo del lavoro su un piano maggiormente attento al valore della persona. 

·     È necessario un approccio molto attento alla ricerca psicologica, senza mai dimenticare o sminuire il valore di chi è oggetto di ricerca. Oggi abbiamo preso coscienza del fatto che l’individuo non è composto solo dalla genetica e dall’educazione che ha ricevuto, ma è anche e soprattutto il risultato di esperienze personali, lavorative, interpersonali. Ciascuno ha la propria storia ed ha un proprio modo di raccontarsela, influenzando così le sue modalità di azione e reazione a livello comportamentale, anche in ambito lavorativo.

·     Cosa ancora più rilevante: occorre porre l’attenzione su chi utilizza determinati strumenti. Sempre più figure “professionali”, complice il facile rilascio di un attestato, pretendono di sostituirsi alla professione dello psicologo, soprattutto nel campo delle risorse umane. 

 

Ridurre la complessità del mondo del lavoro in risposte mal confezionate, semplicistiche e generiche non è la risposta di cui il mondo del lavoro necessita. 

 

 

Fonte: https://www.key4biz.it/enterprise-4-0-persone-4-0-cambiano-le-risorse-umane-oggi/212948/