La WHP

La WHP

  • Data:
  • News

La Workplace Health Promotion (WHP) nasce nei primi anni 2000, in America e in Canada, dall’incontro delle esperienze d’igiene e sicurezza del lavoro con la promozione della salute, quando la ricerca ha provato l’efficacia di integrare la salute occupazionale con la promozione della salute e il benessere organizzativo e psicosociale.

Quest’approccio integrato alla salute dei lavoratori, definito dal NIOSH ‘Total Worker Health’(TWH), è stato poi rielaborato da altri enti di ricerca in modelli teorici accreditati e corredati da guide e strumenti per la progettazione e la valutazione, per perfezionare il rapporto tra la definizione teorica e l’implementazione sul campo di progetti di WHP.

Per ridurre le disuguaglianze di salute, e per migliorare in modo efficace la salute e il benessere in azienda, i programmi e i progetti dovrebbero innanzitutto migliorare il contesto psicosociale del luogo di lavoro, aspetto ancora poco studiato. 

Il contesto psicosociale del lavoro include l’organizzazione del contesto organizzativo e la cultura ad esso relativa: attitudini, valori, credenze e pratiche presenti in azienda, che investono il benessere mentale e fisico dei lavoratori e possono essere fonte di stress emotivo o mentale.

 

Quali sono gli elementi di successo per migliorare le condizioni psicosociali del lavoratore?

 

- maggiore controllo, autonomia e programmazione che il lavoratore può esercitare sul proprio lavoro in relazione al ruolo ricoperto

- maggiore partecipazione del lavoratore ai processi decisionali dell’organizzazione

- formazione delle figure dirigenziali

- leadership e buoni rapporti tra chi svolge ruoli di responsabilità e i lavoratori

- coinvolgimento dei lavoratori affinché possano sentirsi in sintonia con gli obiettivi e i valori dell’organizzazione e siano motivati nel contribuire alla sua crescita

- maggiore flessibilità rispetto al ruolo ricoperto per consentire al lavoratore di raggiungere un maggior equilibrio tra vita lavorativa e vita personale

- riduzione dello stress, tra le cause di assenza per malattia, e miglioramento del benessere e della salute mentale sul luogo di lavoro

- garanzia di un salario adeguato e corrispondente all’operato svolto.

 

La WHP vuole migliorare le condizioni socio-culturali e socio-economiche dei lavoratori, costruendo competenze individuali e creando un’organizzazione resiliente. Integra politiche aziendali, ambienti favorevoli alla tutela della salute con azioni di educazione alla salute per incoraggiare uno stile di vita salutare, attuando ad esempio interventi aziendali a favore dell’alimentazione equilibrata, dell’attività fisica costante, del consumo consapevole di alcol e d’interventi di contrasto al fumo.

 

Fonte: https://www.dors.it/documentazione/testo/201703/ReportPRP3_dicembre2016.pdf