People strategy: che cos’è?

People strategy: che cos’è?

  • Data:
  • News

Agire nell’attuale scenario tecnologico senza considerare le persone, vale a dire la risorsa umana, significa non supportare e non rispettare l’evoluzione delle competenze e delle professionalità necessarie per garantire il futuro successo dell’organizzazione.

Da qui ha origine il concetto di People Strategy.

Si tratta di una strategia che valorizza lo sviluppo del capitale umano in termini di competenze, modelli organizzativi e stili di leadership annessi alla rivoluzione digitale. Saper motivare, spronare e riconoscere le persone per le competenze e per il valore aggiunto che apportano è un fattore critico per il successo e la sopravvivenza stessa delle organizzazioni e delle imprese, specialmente nell’epoca della trasformazione digitale.

In un contesto organizzativo, la People Strategy fa riferimento ad una strategia aziendale finalizzata al miglioramento del benessere e della soddisfazione delle risorse umane attraverso la valorizzazione delle competenze e, contemporaneamente, favorendo la sostenibilità del business nel lungo termine.

Quali sono gli ingredienti che stanno alla base di una buona e funzionale People Strategy?

 

- Saper individuare e sviluppare le competenze digitali necessarie per lo sviluppo dell’organizzazione nel lungo periodo (Digital Capabilities & Job Strategy);

- Introdurre metodologie e modelli in cui le tecnologie abilitino modalità di lavoro maggiormente flessibili, innovative e pronte al cambiamento (Digital Organization & Ways of Working);

- Adottare strumenti e canali digitali per ridefinire i processi tipici della gestione delle persone (HR ProcessesTransformation);

- Introdurre all’interno della Direzione HR nuove figure professionali con competenze necessarie per supportare al meglio il suo nuovo ruolo (HR Job Related Skills).

 

L'Individuo diviene shareholder di se stesso, nuovo centro di potere, punto estremo della segmentazione. L’individuo, inserito all’interno di una rete di azione collettiva caratterizzata dalla presenza di più figure professionali che interagiscono tra loro, èattore nei processi di apprendimento, sviluppo, comunicazione, autovalutazione, autoregolazione, autoprogettazione, personalizzazione. La domanda di fondo riguarda la capacità distabilire "chi" e "come" debba assicurare la convergenza tra le legittime aspettative delle persone ed il posizionamento competitivo dell'Azienda.

 

Fonte: https://blog.osservatori.net/it_it/people-strategy-hr